Fiera Regionale del Beato Angelo Carletti 2018

Un’occasione per scoprire le grandi potenzialità dei settori agricolo e zootecnico

Grande successo per la Fiera regionale del Carletti

La tradizionale manifestazione si è svolta mercoledì 29 agosto al Parco del Mauriziano
La Fiera regionale del Beato Angelo Carletti, che si è svolta mercoledì 29 agosto, si riconferma come l’evento centrale della festa patronale cittadina.
Tradizione, agricoltura, imprenditorialità agrozootecnica e uno sguardo rivolto al futuro del territorio, sono stati i temi che hanno dominato l’inaugurazione della Fiera agricola e commerciale 2018, ospitata al Parco del Mauriziano e nel centro cittadino, con un’edizione speciale e particolarmente ricca del mercato settimanale.
La lunga vocazione commerciale ed agricola della città è stata riassunta dalle parole del Sindaco Claudio Castello, nel suo saluto di benvenuto, che ha ricordato come: “Chivasso, con la sua posizione strategica sulle direttrici per Milano, Aosta, Torino, e per il collegamento con due importanti aree come quelle del Canavese e del Monferrato, nasce come punto di incontro e di scambio; due concetti che si materializzano proprio nella concreta realizzazione di un mercato. E il mercato di Chivasso è sempre stato un luogo di commercio, ma anche un’occasione di crescita, di confronto e di cultura”.
Fino al 2007 la città aveva un mercato del bestiame tra i più importanti a livello regionale e nazionale, ha ancora ricordato il Sindaco Castello, ma i cambiamenti sulle modalità di contrattazione e vendita dei capi di allevamento, ne avevano decretato l’inevitabile declino. In questi ultimi decenni, però, si è sviluppata una nuova sensibilità verso la qualità dell’alimentazione e lo sfruttamento del territorio, che sono diventati un’importante occasione per diversificare le colture, rilanciare quei prodotti autoctoni che rischiavano di essere perduti e, soprattutto, impostare dei modelli di produzione eco sostenibili.
E di agricoltura, dei suoi problemi, ma anche delle sue incredibili potenzialità hanno parlato il presidente di Confagricoltura, Vittorio Viora, di Coldiretti, Fabrizio Gagliati, e della Cia, Matteo Actis Martin, ospiti dell’evento.
Doverosi i ringraziamenti dello stesso Sindaco Castello al Presidente della Pro Chivasso l’Agricola, Davide Chiolerio, che insieme al Direttivo dell’associazione ed a molti volontari ha organizzato tutta la manifestazione, culminata nella serata di mercoledì con l’appuntamento gastronomico animato dai Comitati di Borghi e Frazioni che hanno proposto la degustazione delle loro specialità. Alcuni brevi momenti di pioggia non sono riusciti a condizionare lo svolgimento della festa, che ha registrato un vero e proprio record con 10.000 presenze e 30.000 buoni venduti.
Il Sindaco Castello ha poi voluto esprimere un ringraziamento speciale a don Davide Smiderle, Parroco del Duomo, che: “In quattro anni ha cambiato il volto spirituale della città, avvicinando tantissima gente, in particolare i giovani alla Parrocchia”. Un sincero e doveroso ringraziamento è andato alle Forze dell’Ordine, per la loro insostituibile presenza e per il loro supporto.
Molti gli ospiti intervenuti al momento istituzionale dell’apertura della Fiera: fra questi, l’assessore
regionale Gianna Pentenero e il consigliere regionale Andrea Fluttero, il Presidente dell’Anci Piemonte,
Alberto Avetta, la senatrice Maria Virginia Tiraboschi, il Presidente di Ascom Chivasso, Giovanni
Campanino, il Direttore del Distretto di Chivasso, Settimo e San Mauro dell’AslTo4, dottor Mauro Trioni,
diversi Sindaci del Chivassese fra cui i primi cittadini di Castagneto, San Sebastiano, Gassino e Caluso. E
proprio il Sindaco di Caluso, Maria Rosa Cena, insieme al Sindaco Castello, ha annunciato il Gemellaggio
fra le eccellenze Caluso Passito e Nocciolini di Chivasso, legame che verrà suggellato sabato 15 settembre,
alle 15 a Caluso, in occasione dell’85esima edizione della Festa dell’Uva.
Chiuse anche le polemiche sollevate dalla lettera firmata da 70 chivassesi e giunta al Sindaco Castello
nei giorni antecedenti la manifestazione, con la quale si chiedeva di vietare la presenza di stand di allevatori
con animali in gabbia: prima dell’apertura della Fiera, i veterinari dell’AslTo4 hanno compiuto una serie di
accurati controlli, per verificare le condizioni e gli spazi in cui sono stati ospitati gli animali. “La nostra
Fiera – ha detto il Sindaco Castello – è un luogo che ogni anno si arricchisce di proposte e dove si possono
sperimentare nuove soluzioni per la nostra agricoltura e migliorare la qualità dei nostri allevamenti, con una
sempre maggiore attenzione al benessere degli animali. Ma la Fiera è anche un momento di festa, tanto
atteso dai grandi, ma soprattutto da molti bambini che con le loro famiglie popolano ogni anno questo
bellissimo parco cittadino, un’occasione per vedere da vicino come la tecnologia ha cambiato i vecchi
trattori, le macchine agricole sempre più performanti e vedere i tanti animali che popolano le nostre cascine”.

Chivasso, 30 luglio 2018

Comune di Chivasso

https://www.comune.chivasso.to.it/it/news/successo-per-la-fiera-regionale-del-beato-angelo-ca
Chiama ora!